Che cos'è il Forex?

Il Forex rappresenta uno strumento per entrare in un mercato da 6 trilioni di dollari al giorno. In poche parole, è il modo migliore per vivere il mondo del trading!

Fai trading adesso

Il trading comporta un elevato grado di rischio e può comportare la perdita dell'intero capitale.

EURUSD pair, 10 euros and 10 dollars

Quali sono le coppie di valute principali?

Quando si fa trading sul mercato del Forex, di fatto si specula sul valore relativo di una coppia di valute. Queste vengono indicate in un formato a 6 lettere composto dai rispettivi codici a 3 lettere delle due valute negoziate (ad esempio, EUR-USD). La prima valuta, base (in questo caso, l’Euro), è quella che attribuisce alla coppia la sua unità di base, l’altra (il Dollaro USA nell’esempio precedente), la valuta quotata, è quella che attribuisce alla coppia il suo valore. Ne consegue che il valore della coppia valutaria indica quante unità di valuta quotata sono necessarie per lo scambio di una singola unità di valuta base. Se il valore della coppia EUR/USD è quotato a 1,1046, allora 1 EUR equivale a 1,1046 USD. Le otto principali valute con le quali si effettua il trading a livello mondiale sono il dollaro USA (USD), l’euro (EUR), lo yen giapponese (JPY), la sterlina britannica (GBP), il dollaro canadese (CAD), il dollaro australiano (AUD) e il dollaro neozelandese (NZD). Qui non si fa riferimento allo yuan cinese perché non ha un tasso di cambio variabile, ma è vincolato al dollaro e manipolato dal governo. Le principali coppie valutarie sono composte da una delle suddette otto coppie rispetto al dollaro USA (quest’ultimo di solito come valuta quotata, a eccezione dello yen). Dal momento che queste sono le coppie negoziate con maggiore frequenza, di solito presentano una maggiore liquidità e uno spread (costo di negoziazione) più basso.

Sede di Trade360

Come funziona il trading su FX?

Come già accennato, il trading su Forex consiste nello speculare sulle oscillazioni di prezzo delle coppie valutarie, ossia gli strumenti che monitorano il valore relativo tra le due valute nazionali. Il valore di ogni valuta rappresenta una componente della domanda e dell’offerta, che viene regolamentata, in primo luogo, dalla banca centrale di una nazione mediante la stampa e la messa in circolazione. La banca centrale stabilisce anche i tassi d’interesse applicati alle banche commerciali per il deposito o il prestito di fondi presso/da parte della banca centrale. Ciascuno di questi due strumenti rappresenta il principale mezzo di cui dispone la banca centrale per amministrare la politica monetaria di una nazione. Di conseguenza, una banca centrale può anche esercitare un’influenza indiretta sull’economia di un paese: ad esempio, con la riduzione dei tassi d’interesse, le aziende possono attingere a fondi “a basso costo”, che consentono loro di espandersi e di creare nuovi posti di lavoro. Per contro, con la stampa della moneta, le banche centrali generano anche inflazione, provocando una svalutazione della moneta stessa e una diminuzione delle strutture di vendita al dettaglio, con conseguente contrazione dell’economia. Di conseguenza, un trader di Forex dovrebbe conoscere a fondo le notizie di attualità e quelle finanziarie (oltre a quelle politiche). In più, i mercati sono soggetti a processi di ciclicità e comportamentali, che ci permettono di studiarli tenendo conto anche dei comportamenti precedenti. Poiché i mercati sono fatti da persone, il loro comportamento è determinato dagli stessi istinti, dai timori e dall’avidità che si manifestano anche nei singoli individui. Da ciò prendono origine le scuole di analisi tecnica, le quali non tengono conto dei suddetti fondamenti, ma dei risultati che ne conseguono. In entrambi i casi, per comprendere il funzionamento del trading su forex, non è sufficiente aprire un conto, provvedere alla sua copertura e poi acquistare e vendere senza alcun criterio. Per avere successo, è necessario comprendere cosa sta agitando i mercati e saper applicare le conoscenze acquisite ai loro comportamenti.

Cerca